Menu

GRANDE PROVA DI FABIO DI GIANNANTONIO CHE ARRIVA QUARTO AL TRAGUARDO. NAVARRO RIMONTA E FINISCE OTTAVO IL GRAN PREMIO DI GERMANIA.

Al Sachsenring i piloti del team MB Conveyors Speed Up hanno concluso il Gran Premio della Germania in quarta e ottava posizione.

Di Giannantonio chiude l’ultima gara prima della pausa estiva al quarto posto mettendo a segno la sua migliore prestazione dimostrando determinazione e competitività in una pista tutta curve e tecnica.

Weekend complicato e altalenante invece per Jorge Navarro. Durante il weekend i riscontri erano molto positivi e tutto sembrava a suo favore a partire dal buon ritmo e dal giro veloce con il quale ha segnato il record della pista in Q1.

Purtroppo la gara è apparsa in salita sin dalla partenza sbagliata che ha compromesso la prova del numero nove del team. Dopo aver perso 10 posizioni Jorge ha cominciato la rimonta fino a tagliare il traguardo in ottava posizione.

La Moto2 si ferma per la pausa estiva e riprende con il Gran Premio della Repubblica Ceca in programma dal 2 al 4 agosto.

FABIO DI GIANNANTONIO#21 – 4°

Credo sia stato il nostro miglior weekend. Siamo stati veloci in tutte le sessioni oltre ad aver fatto un’ottima qualifica. Sono contento della gara, dopo una buona partenza sono sempre stato con i primi. Ho perso un po’ troppo tempo con Marini ma alla fine si è rilevata una gran prestazione ed un buon risultato ed il migliore da rookie fino ad ora. Si va in vacanza sicuramente più tranquilli e sicuri delle nostre capacità!

JORGE NAVARRO#9 – 8°

Alla fine di tutto credo che dobbiamo restare positivi. In questo fine settimana abbiamo dimostrato che siamo molto veloci ma allo stesso tempo abbiamo avuto a che vedere con le troppe cadute. So di dover rimediare a questo; devo fare un reset per iniziare a pensare diversamente. Oggi sono partito molto male e poi non ho voluto rischiare troppo, soprattutto nei primi giri. Con il ritmo che avevo in gara potevo lottare per il podio se solo non avessi sbagliato la partenza. Mi dispiace moltissimo, ma dobbiamo restare positivi, anche quando non gareggiamo al nostro livello. Sarà una pausa costruttiva per tornare al massimo con l’obiettivo di vincere!